skip to Main Content

Fase 1 ovvero un selfie con l’invisibile

di STEFANO MAROTTA Aveva cambiato nomi, epiclesi, attributi - soprannomi, anche - nel corso degli ultimi secoli, ma due erano rimasti immutati e fissi nel modo di pensare della gente: si preferiva non pronunciarne il nome e sin dai tempi di Omero si era presa l’abitudine di dire “l’Innominabile”, ma anche “l’Invisibile”, perché si è sempre preferito non vedere nulla al vedere. Recentemente, aveva di nuovo cambiato il suo nome, e l’antichissima e vanitosa Divinità della Morte aveva voluto prendere…

Fuga, il canto dei popoli in cammino

Una corsa, un racconto, la storia di come l'uomo ha ingabbiato il tempo diventandone padrone Che cosa succede quando incontriamo la musica? Fuga è il viaggio che comincia dopo questa domanda. Non trovando risposte univoche l’autore costruisce un sentiero letterario che si muove nel mondo dei suoni tra musica e poesia e ci aiuta a mettere a fuoco cose che nel profondo sappiamo  bene, ma che teniamo sottotraccia, nascoste tra le emozioni. Seguendo questo sentiero scopriremo che la musica a…

Se poi troverai dei passi corrotti, così in questo libro, così come in tutti gli altri, dei quali vado curando l’edizione – e che vi siano tali corruzioni io non nego – ciò non a me devi imputare, ma agli esemplari. Non prometto infatti di sanare i testi, ma di impegnarmi perché siano stampati più corretti dell’esemplare stesso. Se un testo corrotto resta inedito, viene sanato ben raramente, forse mai; se invece è pubblicato, troverà, almeno col trascorrere del tempo, molti correttori.

Aldo Manuzio (1501)

Fase 1, le voci dell’istante

Le 64 voci di Fase 1 raccontano l'istante in cui la pandemia è entrata nelle nostre vite chiuse in casa. Un coro di voci estranee che si è amalgamato da solo. Buon ascolto.   Sembrava solo mia, Milano, quella mattina. Strade deserte. Bar ancora chiusi. La Fase 1 è iniziata quando il dirimpettaio di ciascuno di noi, alle ore 18, esprimeva il proprio sgomento cantando Domenico Modugno. «Ritirate il portatile, finite la riunione, andate a casa». 25 febbraio, ponte di…

Acquario, libri senza conservanti

I libri sono macchine per pensare, e per questo motivo non bisogna mai perdere il contatto con la loro fisicità. Mai cadere nell’errore di credere che siano fatti solo di pensieri annodati: c’è la carta, invece, e c’è l’acqua. Entrano in azione il filo e il metallo, la luce ed il peso, e tutto insieme contribuisce a rendere l’idea originaria un libro, a trasformare le idee e la loro concatenazione lungo le pagine in un oggetto. La trama dei pensieri…

Che fatica far capire alla gente/che non ci sono scuole/che ti insegnano a fare il matto/a farlo sul serio.
(Federico Tavan)

Alessandro Mezzena Lona, Il poeta delle pantegane

Il poeta delle pantegane

Federico Tavan - Il poeta delle pantegane - nasce con una maledizione, vittima del sortilegio di una strega e dei pregiudizi del piccolo paese di Andreis sulle montagne friulane. Umiliato fin da piccolo, costretto al ruolo di folle anzitutto in casa, tra un collegio e un ricovero in manicomio, imbottito di psicofarmaci, trova la salvezza nella poesia. Il suo destino affascina e spaventa, è una vertigine nella quale merita di guardare per scoprire di quali profondità può essere capace un’anima…

Hall of Beauty, ovvero l’Acquario produttore

Monica (57 anni) è la proprietaria del Hall of beauty, salone di bellezza che gestisce con straordinaria professionalità e dedizione. Ha due dipendenti di fiducia: Nicola (35 anni), eccentrico hair stylist dichiaratamente omosessuale e Lara (40 anni), timida e devota parrucchiera. Tra un phon e un bigodino, l'atmosfera all'Hall of beauty è frizzante e spensierata. E' un pomeriggio d'inverno come tanti, Monica, Nicola e Lara stanno ultimando le acconciature di due signore della Torino bene, madre (70 anni) e figlia…

Close search
Carrello
Back To Top